METAFOTOGRAFIA. OLTRE IL MEDIUM | CURATORI E ARTISTI IN TALK

Metafotografia. Oltre il medium | Curatori e artisti in talk

Domenica 28 febbraio alle 21 nuovo appuntamento in Zoom per Metafotografia. Oltre il medium. Ospiti del talk i curatori Sara Benaglia e Mauro Zanchi di BACO (Base Arte Contemporanea Odierna – Bergamo) insieme agli oltre 30 artisti italiani che hanno preso parte al progetto. L’intenzione: guardare al presente e al futuro del visivo prendendo a riferimento una ricerca che dal 2019 ad adesso mette insieme, dà voce e spazio ad alcuni degli autori più rappresentativi del nostro tempo. Punto di partenza dunque Metafotografia per ciò che è stato fatto e si sta facendo, a partire dalle esposizioni, dalle interviste e dalle due pubblicazioni Skinnerboox. Una panoramica a partire da 4 focus con Giorgio Di Noto, Irene FenaraAlessandro Sambini ed Emilio Vavarella. La messa in campo di altri temi e ricerche in dialogo con artisti, professionisti e pubblico. Tra gli interventi anche quelli del critico e curatore Carlo Sala; Roberto Montani e Chris Rocchegiani di CH RO MO.

Clic qui per Metafotografia 2 (dal sito di Skinnerboox), ultimo volume uscito, con testi di Mauro Zanchi, Sara Benaglia, Giangavino Pazzola e Carlo Sala, opere e parole di 13 artisti, design CH-RO-MO. Per le ultime copie del primo (Metafotografia, 2019) potete invece scrivere a: spaziobaco@gmail.com

METAFOTOGRAFIA1 2 Spazi Fotografici Scuola ed eventi di fotografia https://spazifotografici.it/wp-content/uploads/2021/02/cropped-favicon-spazi-fotografici_nerobianco.png

Crediti immagini: Giorgio Di Noto, Hash infused hard candy blue raspberry flavo, The Iceberg / Alessandro Sambini, The Gallery Revolve 2, MART Edition, still video, 2020 / Emilio Vavarella, THE GOOGLE TRILOGY – 1.Report a Problem, 2012. 100 fotografie. Stampe a sublimazione su alluminio. Dimensioni variabili. Veduta dell’installazione presso MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna. Courtesy l’artista e GALLERIAPIÙ / Qui sopra: Metafotografia vol. 2, Skinnerboox 2020 / Immagine in evidenza: Irene Fenara, Selfportrait from a surveillance camera, 2020. Courtesy l’artista e UNAGALLERIA

Condividi questo articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Leggi ANCHE

Iscriviti alla nostra Newsletter

La richiesta è stata inviata con successo!

Verifica di aver ricevuto la conferma anche nella tua casella di posta

(controlla anche lo spam)